Award System RASI

DECRETO RISTORI QUATER: Misure urgenti connesse all’emergenza Covid19

Vi rimettiamo di seguito le principali misure introdotte che interessano il settore dello spettacolo contenute nel Decreto Ristori quater varato ieri dal Consiglio dei Ministri

Proroga del secondo acconto Irpef, Ires e Irap
Il versamento del secondo acconto di Irpef, Ires e Irap viene prorogato dal 30 novembre al 10 dicembre per tutti i soggetti esercenti attività d’impresa, arte o professione. La proroga è estesa al 30 aprile per le imprese con un fatturato non superiore a 50 milioni di euro nel 2019 e che hanno registrato un calo del 33% del fatturato nei primi sei mesi del 2020 rispetto allo stesso periodo del 2019. La proroga si applica inoltre alle attività oggetto delle misure restrittive del Dpcm del 3 novembre e a quelle operanti nelle zone rosse, nonché per i ristoranti in zona arancione, a prescindere dal volume di fatturato e dall’andamento dello stesso.

Sospensione dei versamenti di contributi previdenziali, ritenute e Iva di dicembre
È prevista la sospensione dei contributi previdenziali, dei versamenti delle ritenute alla fonte e dell’Iva che scadono nel mese di dicembre per tutte le imprese con un fatturato non superiore a 50 milioni di euro nel 2019 e che hanno registrato un calo del 33% del fatturato nel mese di novembre 2020 rispetto allo stesso mese del 2019. Sono sospesi i versamenti anche per chi ha aperto l’attività dopo il 30 novembre 2019. La sospensione si applica inoltre a tutte le attività economiche che vengono chiuse a seguito del Dpcm del 3 novembre, per quelle oggetto di misure restrittive con sede nelle zone rosse, per i ristoranti in zone arancioni e rosse, per tour operator, agenzie di viaggio e alberghi nelle zone rosse.

Indennità stagionali del turismo, terme e spettacolo
Viene erogata una nuova indennità una tantum di 1.000 euro per gli stagionali del turismo, degli stabilimenti termali e dello spettacolo danneggiati dall’emergenza epidemiologica da COVID-19, e ad altre categorie, tra i quali gli iscritti al Fondo pensioni lavoratori dello spettacolo in possesso di determinati requisiti, gli stagionali appartenenti a settori diversi da quelli del turismo e degli stabilimenti termali che hanno cessato il rapporto di lavoro involontariamente, gli intermittenti e gli incaricati di vendite a domicilio.

Spettacolo e cultura
Si incrementano: di 90 milioni, per il 2021, la dotazione del fondo di parte corrente per le emergenze nei settori dello spettacolo e del cinema e audiovisivo;
10 milioni a sostegno delle scuole di danza private, previste dal Fondo emergenza spettacolo dell’art. 89 del decreto-legge 18/2020 (Cura Italia). La gestione della procedura è affidata a SIAE (in convenzione con il MiBACT). La presentazione della richiesta deve avvenire entro e non oltre il 07/12/2020 a mezzo PEC, all’indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.. Per conoscere i requisiti di accesso e ulteriori info CLICCA QUI;

 

Si prevede, inoltre, che i ristori ricevuti dai fondi già citati non concorrano alla formazione della base imponibile delle imposte sui redditi, non rilevino ai fini del calcolo degli interessi passivi e delle spese deducibili né alla formazione del valore della produzione netta.

R.A.S.I.
RETE ARTISTI SPETTACOLO PER L'INNOVAZIONE
Organismo di gestione collettiva dei diritti connessi al diritto d’autore.

Soc.Coop. a.r.l. senza scopo di lucro.
Sede Operativa e postale:
Via Po 43, 00198 Roma
Sede Legale:
Via Accademia Peloritana 29, Sc.8, 00147 Roma
Tel.+39.06 94364413
Fax +39.06.94359833
info@reteartistispettacolo.it
Codice Fiscale e N. Iscr. al Registro
delle Imprese di Roma: 97690690587
Codice univoco: KRRH6B9
N.Rea: RM 1523103
N.Albo Soc.Coop.:  C123721
P.IVA IT13451801008
© 2020 R.A.S.I.

 

Pin It
 

agcom pdcm Mibac DANDI
       

contatta R.A.S.I. Rete Artisti Spettacolo per L'Innovazione

 

  

Award System RASI