Award System RASI

PUBBLICAZIONE ESITI DOMANDE A SIAE PER CONTRIBUTO FONDO AIE DECRETO DEL MINISTERO DELLA CULTURA DEL 28 LUGLIO 2022 N. 303

CONTRIBUTO FONDO AIE (ART.90 DL 18/2020 – DECRETO DEL MINISTRO DELLA CULTURA N. 303  DEL 28  LUGLIO 2022)

 

È disponibile, in allegato, l’elenco, insieme all’esito, delle domande per l’accesso al contributo art.90 di cui al DM 303/2022 presentate dagli Artisti Interpreti ed Esecutori mandanti di RASI o che l’hanno indicata come organizzazione prescelta per l’erogazione del contributo. 

 

 

R.A.S.I. - Rete Artisti Spettacolo per l'Innovazione

Attachments:
Download this file (ELENCO AMMESSI_SIAE 2022.pdf)ELENCO AMMESSI_SIAE 2022.pdf [ ] 137 kB

RASI PRESENTA: incontrArti

BANNER NEWSLETTER

 

La R.A.S.I. - Rete Artisti Spettacolo per l'Innovazione è lieta di invitarvi alla serata: "IncontrArti".

Nata dalla collaborazione con il RIFF - Rome Independent Film Festival, "IncontrArti" è un'occasione per stare insieme, conoscersi e condividere la propria Arte.

Vi aspettiamo, dunque, lunedì 21 Novembre 2022, alle ore 19:00 presso il Nuovo Cinema AquilaVia l'Aquila, 66/74, 00176 Roma RM.
In allegato trovate l'invito e il programma della serata.

N.B. - Per motivi organizzativi è richiesta la conferma telefonica della partecipazione al numero 0694364413.

Team RASI

Attachments:
Download this file (RASI INVITO_incontrArti.png)RASI INVITO_incontrArti.png [ ] 328 kB
Download this file (RASI PROGRAMMA_incontrArti.png)RASI PROGRAMMA_incontrArti.png [ ] 472 kB

CONTRIBUTI A FONDO PERDUTO AI SETTORI CULTURALI E CREATIVI

115 MILIONI DI EURO PER PROGETTI DI ORGANISMI CULTURALI E CREATIVI A SUPPORTO DELLA TRANSIZIONE DIGITALE PER GLI ORGANISMI CULTURALI E CREATIVI

 

Finanziato dall’Unione Europea nell’ambito del Progetto NGEU - Next Generation EU attraverso i fondi destinati al PNRR - Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza, è on line l’avviso che riconosce 115 milioni di euro per il sostegno ai settori culturali e creativi per l’innovazione e la transizione digitale attraverso contributi a fondo perduto in favore di micro e piccole imprese, enti del terzo settore e organizzazioni profit e no profit, operanti nei settori culturali e creativi per favorire l'innovazione e la transizione digitale.
Gli interventi finanziabili sono finalizzati a: a) la creazione di nuovi prodotti culturali e creativi per la diffusione live e online capaci di interagire molteplici linguaggi espressivi e di adottare narrazioni innovative;

b) la circolazione e diffusione dei prodotti culturali verso nuovo pubblico (diminuzione del divario territoriale, raggiungimento categorie deboli) e verso l’estero (ad es. sviluppo e ideazione di formati per lo streaming, dal vivo e non);

c) la realizzazione di attività per la fruizione del proprio patrimonio attraverso modalità e strumenti innovativi di offerta (piattaforme digitali, hardware, software per nuove modalità di fruizione e nuovi format narrativi, di comunicazione e promozione) volte a garantire un beneficio in termini di impatto economico, culturale e/o sociale, salvaguardando adeguatamente la tutela della proprietà intellettuale;

d) la digitalizzazione del proprio patrimonio con obiettivo di conservazione, maggiore diffusione, condivisione attraverso la coproduzione, cooperazione transfrontaliera e circolazione internazionale, soprattutto nell’Unione Europea;

e) l’incremento all’utilizzo del crowdsourcing e lo sviluppo di piattaforme open source per la realizzazione e condivisione di progetti community-based.

Gli ambiti di attività dei soggetti realizzatori sono i seguenti:

- Musica;
- Audiovisivo e radio (inclusi: film/cinema, televisione, videogiochi, software e multimedia);
- Moda;
- Architettura e Design;
- Arti visive (inclusa fotografia);
- Spettacolo dal vivo e Festival;
- Patrimonio culturale materiale e immateriale (inclusi: archivi, biblioteche e musei);
- Artigianato artistico;
- Editoria, libri e letteratura;
- Area interdisciplinare (relativo ai soggetti che operano in più di un ambito di intervento tra quelli elencati).

E’ possibile la presentazione di progetti di rete tra un minimo di 3 ed un massimo di 5 soggetti.
Ogni soggetto afferente alla rete dovrà presentare domanda di ammissione con il proprio progetto.
La dotazione finanziaria di ciascuno dei dieci ambiti di intervento sarà riservata per il 40% a soggetti che abbiano unità locale nelle regioni del Mezzogiorno (Abruzzo, Molise, Campania, Basilicata, Puglia, Calabria, Sicilia, Sardegna).

I progetti proposti possono avere un valore massimo di 100.000 euro, al netto di IVA e possono avere una durata massimo di 18 mesi a partire dall’accettazione del provvedimento di ammissione.
Le agevolazioni sono concesse esclusivamente sotto forma di contributi a fondo perduto e nella misura massima dell’80% del progetto di spesa ammissibile e, comunque, per un importo massimo pari a 75.000 euro.
Le proposte possono essere presentate a partire dalle ore 12:00 del 3 novembre 2022 ed entro e non oltre le ore 18:00 del 1° febbraio 2023 esclusivamente attraverso il sito https://www.invitalia.it/ 

Tutte le istanze pervenute, in regola con i requisiti di ammissibilità previsti dall’avviso pubblico, saranno prese in esame, valutate e ammesse a finanziamento secondo una graduatoria di merito.
Per ulteriori informazioni è possibile contattare il numero verde 848.886.886 oppure accedere al sito web https://www.invitalia.it/contatti

CREPUSCOLO.

Siddhartha Prestinari presenta: Fiori di Campo

 

 

image1

Diretto e scritto da Siddhartha Prestinari, con l’interpretazione di ALESSANDRA BERTON, ALBERTO BOGNANNI, MANFREDI GELMETTI, MARCO GIANDOMENICO, CARTERINA GRAMAGLIA, PAOLO PERINELLI, GIADA PRANDI.

Assistiamo a FIORI DI CAMPO, fiori selvaggi, non piantati da nessuno, che crescono e si trasformano in natura, così proprio come noi, che inosservati concludiamo il nostro ciclo, e rimarchiamo il vuoto solo quando inaridiamo. Questo è il vuoto che ci lasciano i tramonti: un padre, un figlio, un marito, un nonno, una nonna…

 

Voltati. Vedrai una compagna che ti segue costantemente. In mancanza di un nome migliore chiamala Morte. È la tua morte. Ogni giorno muori e non te ne rendi conto. Oggi sei il cadavere vivo di ciò che eri ieri. Puoi averne paura, oppure servirtene a tuo vantaggio. Sta a te la scelta, perché la morte non finisce mai di riproporsi e la vita è di una brevità inconcepibile. È il giorno dei morti. Una scia di candele illumina la strada che conduce al cimitero… e tutto accade lì. Tra lapidi e lumini, tra foglie secche e lacrime.

Le persone vanno e vengono, altre restano e nulla ha bisogno di spiegazioni: solo di essere osservato. Tutto per un attimo rallenta, a ritmo del vento la voce si trasmuta in bisbiglio, la verità diventa segreto tra due estremità di un punto: la vita e la morte. La luce danza in punta di fiamma sulle candele e tutto evoca il mistero, l’abisso… ed è qui che si crea il dialogo, dove la morte prolifera e la rinascita avviene.

Assistiamo ai vivi di fronte ai defunti, dove per defunti intendiamo anche i fantasmi del passato. STORIE MAI NARRATE, TENUTE NASCOSTE, ALTRE INVENTATE: tutti modi diversi di affrontare la fine. 1° storia, 2° storia, 3° storia, 4° storia, 5° storia, ognuna interpretata a modo suo, con le proprie particolarità ma con un’unica certezza: che non si ha paura di morire ma di affrontare ogni giorno un’incertezza diversa, e che di fronte all’unica certezza gli occhi affogano nelle lacrime, metafora dell’assenza di regole nei giochi del destino…

 

 

BUIO
RIFLESSO

QUI GIACE IL NOSTRO SGUARDO.
QUI RISPECCHIA LA NOSTRA MENTE.

 

Team R.A.S.I.

Articolo a cura di Julia Llupo

MIC: NUOVE MISURE DI SOSTEGNO AGLI ARTISTI

MISURE DI SOSTEGNO AGLI ARTISTI CON REDDITI COMPLESSIVI 2020 (DICHIARAZIONE 2021) NON SUPERIORI AD EURO 20.000,00

Il decreto del Ministero della Cultura n.303 del 28 luglio 2022 stabilisce le modalità per la ripartizione e l’erogazione delle risorse di cui all’articolo 90, comma 1, del decreto-legge 17 marzo 2020, n. 18, convertito, con modificazioni, dalla legge 24 aprile 2020, n. 27, a favore degli autori, degli artisti interpreti ed esecutori e dei lavoratori autonomi che svolgono attività di riscossione dei diritti d’autore in base ad un contratto di mandato con rappresentanza con gli organismi di gestione collettiva e le entità di gestione indipendente.

Gli artisti per ulteriori approfondimenti possono fare riferimento al seguente link del Ministero della Cultura:
https://librari.beniculturali.it/it/notizie/notizia/Misure-di-sostegno-agli-autori-mandatari-e-artisti-00001/

ARTISTI, INTERPRETI, ESECUTORI

LE DOMANDE DEVONO ESSERE IMPROROGABILMENTE INVIATE ALLA SIAE ENTRO IL 12 OTTOBRE 2022 AL SEGUENTE INDIRIZZO E CON LE SEGUENTI MODALITÀ:

PER RACCOMANDATA A/R indirizzata a: 
SIAE – CONTRIBUTO EX DECRETO CURA ITALIA AIE, 
VIALE DELLA LETTERATURA N. 30 – 00144 ROMA

oppure

VIA PEC indirizzata a:
This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.  (SOLO DA ALTRO INDIRIZZO PEC)

VI ALLEGHIAMO I MODULI DA UTILIZZARE.  
NOTA BENE: ALL’ INTERNO DEL “MODULO AIE” SONO ELENCATI TUTTI I DOCUMENTI DA ALLEGARE ALLA RICHIESTA.

La quota complessiva a disposizione degli artisti interpreti esecutori è pari euro 5.673.408,75;
Il beneficio è riconosciuto a soggetti maggiorenni, residenti in Italia alla data del decreto e percettori di reddito soggetto a tassazione in Italia in possesso dei seguenti requisiti:

a) reddito complessivo lordo nell’anno 2020 non superiore a 20.000 euro;
b) quota minima fatturata per cassa di 100 euro nell’anno 2020, ovvero;

c) in alternativa al requisito di cui alla lettera b), nel caso di artisti rappresentati da COLLECTING abilitate, come Rasi, aver preso parte, quali interpreti primari o comprimari, ad almeno 4 fonogrammi o 4 puntate di serie televisive o 1'opera cinematografica negli anni 2020 e 2021.
Ai beneficiari è riconosciuto un contributo di entità fissa e uguale per ciascun appartenente alla categoria, calcolato dividendo la somma complessiva disponibile, per il numero totale delle richieste ammesse al beneficio.

I soggetti interessati presentano alla Siae apposita domanda, utilizzando l’apposita modulistica.
La domanda deve essere corredata da autocertificazione, redatta ai sensi del decreto del Presidente della Repubblica n. 445 del 2000, circa la sussistenza dei requisiti di cui al comma 1 e di cui all’articolo 6, comma 1, dalla dichiarazione dei redditi del 2021 riferita all’anno fiscale 2020, da apposita autorizzazione al trattamento dei dati personali e da copia di un documento di identità in corso di validità.

Le domande devono altresì contenere l’indicazione della collecting di appartenenza e le coordinate bancarie ai fini della disposizione del bonifico.
Gli artisti che non hanno conferito mandato ad alcuna Collecting devono comunque indicarne una tra quelle abilitate, al fine di ottenere l’erogazione del contributo, senza obbligo di iscrizione.

In aggiunta ai requisiti indicati per i soggetti beneficiari e per tutti i soggetti richiedenti è richiesta l’assenza di condanne definitive intervenute nei 2 anni precedenti la richiesta, di decreto penale di condanna divenuto irrevocabile, di sentenza di applicazione della pena su richiesta, ai sensi dell’articolo 444 del codice di procedura penale, per reati gravi in danno dello Stato che incidono sulla moralità professionale o per uno dei reati di cui agli artt. 171 e ss. della legge 22 aprile 1941, n. 633, e comunque per un delitto consistente nella violazione delle norme di protezione del diritto d’autore o dei diritti connessi. La causa ostativa non opera quando il reato è stato depenalizzato ovvero quando è intervenuta la riabilitazione ovvero quando il reato è stato dichiarato estinto dopo la condanna ovvero in caso di revoca della condanna medesima.

Con riferimento ai requisiti reddituali complessivi ed alle autocertificazioni a corredo delle domande sono trasmesse, entro trenta giorni dall’erogazione dei contributi, dalla SIAE all’Agenzia delle entrate per le verifiche ai sensi dell’articolo 71 del decreto del Presidente della Repubblica 28 dicembre 2000, n. 445.

Con riferimento al requisito del reddito la SIAE e le Collecting effettuano verifiche a campione, delle istanze presentate, anche acquisendo presso i soggetti richiedenti il beneficio la documentazione probatoria utile. Il destinatario della verifica è tenuto, entro dieci giorni dalla richiesta, a trasmettere alla SIAE ed alle Collecting tutta la documentazione necessaria al fine della verifica.

Nel caso in cui un soggetto rientri nella categoria degli autori ed in quella degli artisti interpreti esecutori, al medesimo è attribuito unicamente il beneficio di valore maggiore tra i due.

Ai sensi di quanto disposto dall’articolo 10-bis, comma 1, del decreto-legge 28 ottobre 2020, n.137, convertito, con modificazioni, dalla legge 18 dicembre 2020, n. 176, i contributi percepiti non concorrono alla formazione del reddito imponibile ai fini delle imposte sui redditi e del valore della produzione ai fini dell’imposta regionale sulle attività produttive (IRAP) e non rilevano ai fini del rapporto di cui agli articoli 61 e 109, comma 5, del testo unico delle imposte sui redditi, di cui al decreto del Presidente della Repubblica 22 dicembre 1986, n. 917.

Il mancato possesso, alla scadenza del termine di presentazione delle domande, di uno o più requisiti richiesti, è causa di esclusione dal beneficio.

La Collecting, in presenza di accertati errori o incompletezze sanabili, invita l’istante a rettificare o integrare i dati mancanti assegnandogli un termine di sette giorni per la regolarizzazione.

La Collecting, entro i successivi cinque giorni, procede alla verifica della documentazione integrativa trasmessa dall’istante. Trascorso inutilmente il termine assegnato dalla collecting per la rettifica o l’integrazione dei dati, il procedimento non ha seguito, ai sensi dell’articolo 71 del decreto del Presidente della Repubblica n. 445 del 2000.

Qualora venga accertata la non corrispondenza al vero delle dichiarazioni e delle informazioni poste a fondamento della domanda, anche in seguito alle verifiche condotte, il soggetto gestore erogante dispone l’immediata revoca del beneficio, trasmettendo all’ Agenzia delle Entrate il dettaglio delle somme indebitamente percepite e il beneficiario è tenuto alla restituzione di quanto indebitamente percepito, più interessi e sanzioni di legge.

Salvo che il fatto costituisca più grave reato, chiunque, al fine di ottenere indebitamente il beneficio di cui al presente decreto, rende o utilizza dichiarazioni o documenti falsi o attestanti cose non vere, ovvero omette informazioni dovute, è punito con le sanzioni previste per le false dichiarazioni all’amministrazione dello Stato.

Attachments:
Download this file (DichiarazioneAIE.pdf)DichiarazioneAIE.pdf [ ] 153 kB
Download this file (Informativa trattamento dati personali.pdf)Informativa trattamento dati personali.pdf [ ] 115 kB
Download this file (MODULO AIE.pdf)MODULO AIE.pdf [ ] 1029 kB

R.A.S.I.
RETE ARTISTI SPETTACOLO PER L'INNOVAZIONE
Organismo di gestione collettiva dei diritti connessi al diritto d’autore.

Soc.Coop. a.r.l. senza scopo di lucro.
Sede legale e operativa:
Via Po 43, 00198 Roma
Tel.+39.06 94364413
Fax +39.06.94359833
info@reteartistispettacolo.it
Codice Fiscale e N. Iscr. al Registro
delle Imprese di Roma: 97690690587
Codice univoco: KRRH6B9
N.Rea: RM 1523103
N.Albo Soc.Coop.:  C123721
P.IVA IT13451801008
© 2021 R.A.S.I.

 

Pin It
 

agcom pdcm Mibac DANDI
       

contatta R.A.S.I. Rete Artisti Spettacolo per L'Innovazione

 

  

Award System RASI