D.I. n. 18/2020 "Cura Italia", Contributi Economici: ecco come ottenerli

In riferimento a quanto comunicato nel precedente articolo vi forniamo di seguito le indicazioni per presentare la richiesta per l'accesso ai contributi economici previsti dall'art. 90 del d.l. n. 18/2020 e dal DM del 30 aprile 2020, n. 212 fondi copia privata di competenza Mibac allegandovi:

i moduli e le dichiarazioni per presentare la domanda già predisposti con la scelta di R.a.s.i. quale organismo di gestione collettiva che liquiderà i fondi assegnati dallo stesso Mibac .

il mandato Rasi per gli artisti interpreti esecutori che non siano ancora mandanti R.a.s.i. Tale mandato dopo essere stato compilato e firmato può esserci restituito anche via mail all'indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. allegando copia di un documento d’identità. Al fine di ottenere l’erogazione del contributo gli artisti che non hanno conferito mandato ad alcun organismo di gestione collettiva come la R.a.s.i. devono comunque indicarne uno tra quelli abilitati senza obbligo di iscrizione. Gli organismi di gestione collettiva verificano il possesso dei requisiti richiesti ai fini del riconoscimento del contributo e comunicano alla Siae l’esito dell’istruttoria.

Il totale degli allegati è pari a n.4.

INDICAZIONI

CHI PUO’ PRESENTARE LA DOMANDA

Gli artisti interpreti esecutori maggiorenni , residenti in Italia alla data del 30 aprile 2020 e percettori di reddito soggetto a tassazione in Italia in possesso dei seguenti requisiti:

1) Reddito complessivo lordo nell’anno 2018 non superiore a 20.000 euro;

2) Quota minima fatturata per cassa di 100 euro nell’anno 2018;

in alternativa al requisito di cui al punto 2 precedente gli artisti rappresentati dagli organismi di gestione collettiva come la R.a.s.i. che hanno preso parte, quali interpreti primari o comprimari ad almeno 5 fonogrammi o 5 puntate di serie televisive o 2 opere cinematografiche negli anni 2018 e 2019.

3) non essere incorsi nei precedenti due anni dalla presente richiesta, in condanne definitive in virtù di decreto penale di condanna divenuto irrevocabile, di sentenza di applicazione della pena su richiesta, ai sensi dell'articolo 444 del codice di procedura penale, per reati gravi in danno dello Stato che incidono sulla moralità professionale o per uno dei reati di cui agli artt. 171 e ss. della legge 22 aprile 1941, n. 633 e successive modificazioni, e comunque per un delitto consistente nella violazione delle norme di protezione del diritto d’autore o dei diritti connessi ovvero, pur avendo riportato condanne per i reati di cui all’art. 6, comma 1, del d.m. n. 212 del 30 aprile 2020, il reato di tali condanne è stato depenalizzato o è intervenuta la riabilitazione o il reato è stato dichiarato estinto o la condanna è stata revocata.

 

COME PRESENTARE LA DOMANDA

Premesso che i fondi disponibili per gli artisti sono pari complessivamente ad euro 6.768.000,00, vi evidenziamo che

a)Le domande dovranno essere presentate entro il 3 luglio 2020 direttamente da ciascun artista interprete esecutore, anche se non mandante RASI, facendo una raccomandata con ricevuta di ritorno indirizzata con la seguente dicitura a: SIAE – Contributo ex decreto Cura Italia AIE, viale della Letteratura n. 30 – 00144 Roma o inviando una PEC al seguente indirizzo: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.;

LA RACCOMANDATA O LA PEC DOVRANNO CONTENERE:

b)i moduli e le dichiarazioni che vi abbiamo allegato compilati in ogni loro parte e firmati dall’artista interessato;

c) copia della dichiarazione dei redditi dell’anno 2018;

d) copia di un documento di identità in corso di validità.


Stampa   Email