FONDO EMERGENZA COVID 2020: ecco come farne richiesta

IL TERMINE ULTIMO PER L'INVIO DELLA DOMANDA È SCADUTO.

 

Il Mibac ha stanziato 20 milioni di euro per attori, cantanti, danzatori, musicisti, altri artisti e maestranze scritturati per spettacoli di teatro, danza, musica, circo, iscritti al Fondo pensioni lavoratori dello spettacolo, titolari di contratti con teatri, centri di produzione teatrale, compagnie teatrali professionali, festival teatrali o multidisciplinari, organismi e centri di produzione della danza, fondazioni lirico sinfoniche, teatri di tradizione, istituzioni concertistico orchestrali, complessi strumentali, festival di danza, circo, musicali o multidisciplinari, organismi di produzione musicale o imprese circensi per lo svolgimento di spettacoli nel periodo compreso tra il 23 febbraio e il 31 dicembre 2020, non eseguiti per effetto delle misure di contenimento dell’emergenza sanitaria da Covid-19.

La domanda, corredata dalle copie dei contratti di scrittura o da un precontratto o una dichiarazione del datore di lavoro, DOVRA' PERVENIRE ENTRO E NON OLTRE LE ORE 16 DEL 12 DICEMBRE 2020, seguendo le seguenti indicazioni. In mancanza di suddetta documentazione, potrà essere allegata altra idonea documentazione comprovante la programmazione dello spettacolo, le relative date e l’impegno del lavoratore.

Le risorse verranno ripartite, fino a un massimo di 4.000 euro, tra tutti i richiedenti ammessi al contributo, per un ammontare pari al 100% del compenso minimo contrattuale riconosciuto per il totale di giornate lavorative previste dai contratti non eseguiti, al netto delle giornate già compensate, secondo le previsioni della contrattazione collettiva di settore, da parte del datore di lavoro.

Si specifica che le credenziali di accesso alla piattaforma Fusonline saranno rilasciate al momento della registrazione nella piattaforma medesima.
L’help-on-line del Mibac fornirà la necessaria assistenza tecnica.
Per INFO utilizzare il seguente indirizzo mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Le richieste dovranno riportare recapiti telefonici e mail del mittente.
Per assistenza e informazioni: FUSONLINE : https://www.dos.beniculturali.it/login.php
Di seguito trasmettiamo i due avvisi del Mibac

 

AVVISO PUBBLICO PER L’ASSEGNAZIONE ED EROGAZIONE DI CONTRIBUTI AD ATTORI, ALTRI ARTISTI E MAESTRANZE ISCRITTI AL FONDO PENSIONI LAVORATORI DELLO SPETTACOLO, COSÌ DETTI “SCRITTURATI” TITOLARI DI CONTRATTI PROFESSIONALI CON TEATRI, CENTRI DI PRODUZIONE TEATRALE, COMPAGNIE TEATRALI PROFESSIONALI E FESTIVAL TEATRALI O MULTIDISCIPLINARI

Art. 1 Oggetto dell’intervento
1. Una quota pari a euro 10 milioni per l’anno 2020 del fondo di cui all’articolo 89 del decreto-legge 17 marzo 2020, n. 18, convertito, con modificazioni, dalla legge 24 aprile 2020 n. 27, è destinata al sostegno di attori, altri artisti e maestranze, iscritti al Fondo pensioni lavoratori dello spettacolo, in considerazione delle ricadute negative dovute alla sospensione, all’annullamento o alla cancellazione di spettacoli dal vivo aperti al pubblico.

Art. 2 Soggetti ammissibili
1. Possono presentare domanda di contributo attori, altri artisti e maestranze iscritti al Fondo pensioni lavoratori dello spettacolo, così detti “scritturati”, titolari di contratti professionali con teatri, centri di produzione teatrale, compagnie teatrali professionali e festival teatrali o multidisciplinari, per lo svolgimento di spettacoli nel periodo compreso tra il 23 febbraio 2020 e il 31 dicembre 2020, non eseguiti a seguito della sospensione, dell’annullamento o della cancellazione dei medesimi spettacoli in conseguenza delle misure di contenimento dell’emergenza sanitaria da COVID-19.
2. Sono ammessi al contributo di cui al presente Avviso i soggetti di cui al comma 1, residenti in
Italia, con redditi riferiti all’anno 2019 fino a un massimo di 50.000 euro.

Art. 3 Requisiti di ammissibilità
1. I soggetti di cui all’art. 2 devono essere in possesso dei seguenti requisiti autocertificati ai sensi
del decreto del Presidente della Repubblica 28 dicembre 2000, n. 445:
a. residenza in Italia;
b. iscrizione al Fondo pensioni lavoratori dello spettacolo;
c. titolarità di contratti professionali di scrittura con teatri, centri di produzione teatrale, compagnie teatrali professionali e festival teatrali o multidisciplinari, con indicazione delle relative giornate di lavoro previste per lo svolgimento di prove e spettacoli nel periodo compreso tra il 23 febbraio 2020 e il 31 dicembre 2020, non svolte a causa della sospensione, dell’annullamento, della cancellazione dei medesimi spettacoli a seguito delle misure di contenimento dell’emergenza sanitaria;
d. l’importo degli eventuali indennizzi riconosciuti, secondo le previsioni della contrattazione collettiva di settore, da parte dei teatri, dei centri di produzione teatrale, delle compagnie teatrali, dei festival teatrali o multidisciplinari, per la sospensione, l’annullamento, la cancellazione degli spettacoli oggetto dei contratti di scrittura non eseguiti;
e. redditi riferiti all’anno 2019 come risultanti dalla dichiarazione dei redditi fino a 50.000 euro.

Art. 4 modalità e termine di presentazione della domanda
1. Ai fini dell’accesso al contributo, la domanda, firmata, pena l’esclusione, deve essere presentata
entro le ore 16 del 12 dicembre 2020, utilizzando unicamente i modelli predisposti e resi disponibili sulla piattaforma on-line della Direzione Generale Spettacolo, accessibile dal sito internet del Ministero per i beni e le attività culturali e per il turismo (www.beniculturali.it) e dal sito internet della Direzione Generale Spettacolo (www.spettacolodalvivo.beniculturali.it).
2. Al fine del ricevimento farà fede l’avviso di avvenuta ricezione, inviato da parte dell’Amministrazione che il sistema informativo genererà in automatico al termine della compilazione della modulistica on-line.
3. Ogni soggetto ammissibile può presentare una sola domanda ai sensi del presente avviso. La domanda dovrà recare nell’apposita sezione, il numero di IBAN intestato al soggetto richiedente.

Art. 5 Documentazione da allegare alla domanda
1. La domanda è corredata dalle copie dei contratti di cui all’articolo 3 comma 1 lettera c) del presente avviso, ovvero, in mancanza di contratti di scrittura già sottoscritti, la domanda è corredata da un precontratto o da una dichiarazione del datore di lavoro (teatro, centro di produzione teatrale, compagnia teatrale professionale, festival teatrale o multidisciplinare), oppure dal materiale pubblicitario comprovante la programmazione dello spettacolo e le relative date e l’impegno del lavoratore (link a siti web, copia digitale di programmi o locandine degli spettacoli).

Art. 6 Assegnazione ed entità dei contributi
1. Le risorse di cui all’articolo 1, comma 1, del presente avviso, sono ripartite, fino a un massimo di 4.000 euro, tra tutti i richiedenti ammessi al contributo. L’ammontare del contributo è pari al compenso giornaliero minimo contrattuale moltiplicato per il totale di giornate lavorative previste dai contratti non eseguiti, al netto delle giornate già compensate da parte del datore di lavoro (teatri, centri di produzione teatrale, compagnie teatrali festival teatrali o multidisciplinari), secondo le previsioni della contrattazione collettiva di settore.
2. Il compenso giornaliero minimo contrattuale di cui al precedente comma 1, è calcolato al netto delle giornate già compensate, secondo le previsioni della contrattazione collettiva di settore stabilita nel Contratto collettivo nazionale 19/04/2018 per il personale artistico, tecnico e amministrativo scritturato dai Teatri Nazionali, dai Teatri di Rilevante Interesse Culturale, dai Centri di produzione e dalle Compagnie teatrali professionali, e Regolamento di palcoscenico, di seguito riportata:

Categorie
Totale Compenso Giornaliero (minimo contrattuale con incremento percentuale del 24%)
a) Direttore di scena; Aiuto Regista 74,30 €
b) Attore; Ballerino; Corista; Mimo; Professore d'orchestra; Capo Macchinista; Capo Elettricista; Capo Fonico; Light Designer 72,78 €
c) Assistente alla regia; Impiegato amministrativo; Segretario di compagnia; Attrezzista; Prima sarta; Primo parrucchiere o truccatore; Suggeritore; Tecnico delle varie specialità 71,10 €
d) Allievo Attore 59,32 €
e) Allievo Tecnico 53,05 €
3 Altre qualifiche professionali, non elencate al precedente comma 2, sono ammesse purché afferenti ai raggruppamenti previsti dal Fondo pensioni lavoratori dello spettacolo ed esplicitate nel contratto di scrittura per l’effettuazione di uno spettacolo teatrale.
4 Nei casi in cui il lavoratore è scritturato per l’espletamento alternativamente di diverse funzioni/mansioni il contributo verrà calcolato con riferimento al minimo giornaliero previsto per la specializzazione più alta.
5 L’erogazione dei contributi è disposta dalla Direzione generale Spettacolo entro trenta giorni dal termine di presentazione delle domande.
Art. 7 Verifiche e controlli
1. Nel caso in cui la documentazione o i dati forniti all’atto della presentazione della domanda contengano elementi non veritieri, è disposta, con provvedimento del Direttore generale Spettacolo, la revoca del contributo assegnato, con recupero delle somme eventualmente versate, maggiorate degli eventuali interessi e fatte salve le sanzioni di legge. A tal fine l'Amministrazione può procedere a ulteriori verifiche amministrativo-contabili, anche a campione, ai sensi dell’articolo 71 del decreto del Presidente della Repubblica 28 dicembre 2000, n. 445, per accertare la regolarità delle domande di contributo, anche accedendo alla documentazione conservata presso il soggetto beneficiario.

 

AVVISO PUBBLICO PER L’ASSEGNAZIONE ED EROGAZIONE DI CONTRIBUTI A CANTANTI, DANZATORI, PROFESSORI D’ORCHESTRA, ARTISTI DEL CORO, ARTISTI CIRCENSI, ALTRI ARTISTI E MAESTRANZE ISCRITTI AL FONDO PENSIONI LAVORATORI DELLO SPETTACOLO, COSÌ DETTI “SCRITTURATI” TITOLARI DI CONTRATTI PROFESSIONALI CON ORGANISMI E CENTRI DI PRODUZIONE DELLA DANZA, FONDAZIONI LIRICO SINFONICHE, TEATRI DI TRADIZIONE, ISTITUZIONI CONCERTISTICO ORCHESTRALI, COMPLESSI STRUMENTALI, FESTIVAL DI DANZA, CIRCO, MUSICALI O MULTIDISCIPLINARI, ORGANISMI DI PRODUZIONE MUSICALE O IMPRESE CIRCENSI

Art. 1 Oggetto dell’intervento
1. Una quota pari a euro 10 milioni per l’anno 2020 del fondo di cui all’articolo 89 del decreto-legge 17 marzo 2020, n. 18, convertito, con modificazioni, dalla legge 24 aprile 2020 n. 27, è destinata al sostegno di cantanti, danzatori, professori d’orchestra, artisti del coro, artisti circensi, altri artisti e maestranze iscritti al Fondo pensioni lavoratori dello spettacolo, scritturati da organismi e centri di produzione della danza, fondazioni lirico sinfoniche, teatri di tradizione, istituzioni concertistico orchestrali, complessi strumentali, festival di danza, circo, musicali o multidisciplinari, organismi di produzione musicale o imprese circensi, iscritti al Fondo pensioni lavoratori dello spettacolo, in considerazione delle ricadute negative dovute alla sospensione, all’annullamento o alla cancellazione di spettacoli dal vivo aperti al pubblico.

Art. 2 Soggetti ammissibili
1. Possono presentare domanda di contributo cantanti, danzatori, professori d’orchestra, artisti del coro, artisti circensi, altri artisti e maestranze iscritti al Fondo pensioni lavoratori dello spettacolo, così detti “scritturati”, titolari di contratti professionali con organismi e centri di produzione della danza, fondazioni lirico sinfoniche, teatri di tradizione, istituzioni concertistico orchestrali, complessi strumentali, festival di danza, circo, musicali o multidisciplinari, organismi di
produzione musicale o imprese circensi, per lo svolgimento di spettacoli nel periodo compreso tra il 23 febbraio 2020 e il 31 dicembre 2020, non eseguiti a seguito della sospensione, dell’annullamento o della cancellazione dei medesimi spettacoli in conseguenza delle misure di contenimento dell’emergenza sanitaria da COVID-19.
2. Sono ammessi al contributo di cui al presente Avviso i soggetti di cui al comma 1, residenti in Italia, con redditi riferiti all’anno 2019 fino a un massimo di 50.000 euro.

Art. 3 Requisiti di ammissibilità
1. I soggetti di cui all’art. 2 devono essere in possesso dei seguenti requisiti autocertificati ai sensi del decreto del Presidente della Repubblica 28 dicembre 2000, n. 445:
a. residenza in Italia;
b. iscrizione al Fondo pensioni lavoratori dello spettacolo;
c. titolarità di contratti professionali di scrittura con organismi e centri di produzione della danza, fondazioni lirico sinfoniche, teatri di tradizione, istituzioni concertistico orchestrali, complessi strumentali, festival di danza, circo, musicali o multidisciplinari, organismi di produzione musicale o imprese circensi, con indicazione delle relative giornate di lavoro previste, per lo svolgimento di prove e spettacoli, nel periodo compreso tra il 23 febbraio 2020 e il 31 dicembre 2020, non svolte a causa della sospensione, dell’annullamento, della cancellazione dei medesimi spettacoli a seguito delle misure di contenimento dell’emergenza sanitaria;
d. l’importo degli eventuali indennizzi riconosciuti da parte di organismi e centri di produzione della danza, fondazioni lirico sinfoniche, teatri di tradizione, istituzioni concertistico orchestrali, complessi strumentali, festival di danza, circo, musicali o multidisciplinari, organismi di produzione musicale o imprese circensi, per la sospensione, l’annullamento, la cancellazione degli spettacoli oggetto dei contratti di scrittura non eseguiti;
e. redditi riferiti all’anno 2019 come risultanti dalla dichiarazione dei redditi fino a 50.000 euro.

Art. 4 modalità e termine di presentazione della domanda
1. Ai fini dell’accesso al contributo, la domanda, firmata, pena l’esclusione, deve essere presentata
entro le ore 16 del 12 dicembre 2020, utilizzando unicamente i modelli predisposti e resi disponibili sulla piattaforma on-line della Direzione Generale Spettacolo, accessibile dal sito internet del Ministero per i beni e le attività culturali e per il turismo (www.beniculturali.it) e dal sito internet della Direzione Generale Spettacolo (www.spettacolodalvivo.beniculturali.it).
2. Al fine del ricevimento farà fede l’avviso di avvenuta ricezione, inviato da parte dell’Amministrazione che il sistema informativo genererà in automatico al termine della compilazione della modulistica on-line.
3. Ogni soggetto ammissibile può presentare una sola domanda ai sensi del presente avviso. La domanda dovrà recare nell’apposita sezione, il numero di IBAN intestato al soggetto richiedente.

Art. 5 Documentazione da allegare alla domanda
1. La domanda è corredata dalle copie dei contratti di cui al articolo 3 comma 1 lettera c) del presente avviso, ovvero, in mancanza di contratti di scrittura già sottoscritti, la domanda è corredata da un precontratto o da una dichiarazione del datore di lavoro (organismi e centri di produzione della danza, fondazioni lirico sinfoniche, teatri di tradizione, istituzioni concertistico orchestrali, complessi strumentali, festival di danza, circo, musicali o multidisciplinari, organismi di
produzione musicale o imprese circensi), oppure dal materiale pubblicitario comprovante la programmazione dello spettacolo, le relative date e l’impegno del lavoratore (link a siti web, copia
digitale di programmi o locandine degli spettacoli).

Art. 6 Assegnazione ed entità dei contributi
1 Le risorse di cui all’articolo 1, comma 1, del presente avviso, sono ripartite, fino a un massimo di 4.000 euro, tra tutti i richiedenti ammessi al contributo. L’ammontare del contributo è pari al compenso giornaliero minimo contrattuale moltiplicato per il totale di giornate lavorative previste dai contratti non eseguiti, al netto delle giornate già compensate da parte del datore di lavoro (organismi e centri di produzione della danza, fondazioni lirico sinfoniche, teatri di tradizione, istituzioni concertistico orchestrali, complessi strumentali, festival di danza, circo, musicali o multidisciplinari, organismi di produzione musicale o imprese circensi), secondo le previsioni della contrattazione collettiva di settore.
2 Il compenso giornaliero minimo contrattuale di cui al precedente comma 1, è calcolato al netto delle giornate già compensate, secondo le previsioni della contrattazione collettiva di settore stabilita nel Contratto collettivo nazionale 19/04/2018 per il personale artistico, tecnico e amministrativo scritturato dai Teatri Nazionali, dai Teatri di Rilevante Interesse Culturale, dai Centri di produzione e dalle Compagnie teatrali professionali, e Regolamento di palcoscenico, di seguito riportata:

Categorie
Totale Compenso Giornaliero (minimo contrattuale con incremento percentuale del 24%)
a) Direttore di scena; Aiuto Regista 74,30 €
b) Attore; Ballerino; Corista; Mimo; Professore d'orchestra; Capo Macchinista; Capo Elettricista; Capo Fonico; Light Designer 72,78 €
c) Assistente alla regia; Impiegato amministrativo; Segretario di compagnia; Attrezzista; Prima sarta; Primo parrucchiere o truccatore; Suggeritore; Tecnico delle varie specialità 71,10 €
d) Allievo Attore 59,32 €
e) Allievo Tecnico 53,05 €
3 I compensi minimi contrattuali riportati nella tabella di cui al precedente comma 2, si applicano
anche ai lavoratori dello spettacolo circense.
4 Altre qualifiche professionali, non elencate al comma 2 del presente articolo, sono ammesse purché afferenti ai raggruppamenti previsti dal Fondo pensioni lavoratori dello spettacolo ed esplicitate nel contratto di scrittura per l’effettuazione di uno spettacolo di musica, danza o circo.
5 Nei casi in cui il lavoratore è scritturato per l’espletamento alternativamente di diverse funzioni/mansioni il contributo verrà calcolato con riferimento al minimo giornaliero previsto per
la specializzazione più alta.
6 L’erogazione dei contributi è disposta dalla Direzione generale Spettacolo entro trenta giorni dal
termine di presentazione delle domande.
Art. 7 Verifiche e controlli
1. Nel caso in cui la documentazione o i dati forniti all’atto della presentazione della domanda contengano elementi non veritieri, è disposta, con provvedimento del Direttore generale Spettacolo, la revoca del contributo assegnato, con recupero delle somme eventualmente versate,
maggiorate degli eventuali interessi e fatte salve le sanzioni di legge. A tal fine l'Amministrazione può procedere a ulteriori verifiche amministrativo-contabili, anche a campione, ai sensi dell’articolo 71 del decreto del Presidente della Repubblica 28 dicembre 2000, n. 445, per accertare la regolarità delle domande di contributo, anche accedendo alla documentazione conservata presso il soggetto beneficiario.


Stampa   Email