Bando tematico per la promozione delle attività professionali degli artisti

(scadenza 15 giugno 2019)

Modulo per la presentazione della richiesta sulla base del “Bando tematico per la promozione delle attività professionali degli artisti”

(DI CUI ALL’ART.7 DELLA LEGGE N.93 DEL 5 FEBBRAIO 1992)

Un breve cortometraggio con strumenti tecnologici innovativi Un self tape o uno showreel
Non ho conflitti di interesse Esistono conflitti di interesse
No

Fornisce in allegato i seguenti documenti

The maximum file size is 5mb (pdf)
The maximum file size is 5mb (pdf)
Autorizzo Rifiuto autorizzazione
Conosco ed accetto Non accetto

Dichiaro di avere letto ed accettato l'informativa privacy.

Consulta il testo completo del bando

BANDO TEMATICO PER LA PROMOZIONE DELLE ATTIVITA’ PROFESSIONALI DEGLI ARTISTI
( DI CUI ALL’ART.7 DELLA LEGGE N.93 DEL 5 FEBBRAIO 1992)
 
L’ASSEMBLEA DEI SOCI DELLA RETE ARTISTI SPETTACOLO PER L’INNOVAZIONE
Premesso che
 

-in data 20 marzo 2019 l’Assemblea dei soci della Rete Artisti Spettacolo per l’Innovazione in accordo con il Comitato di Sorveglianza ha approvato il “Regolamento per le attività di promozione e patrocinio”;

-tale regolamento all’Art. 4 “Settori di intervento” prevede che la R.A.S.I. realizzi la propria attività tramite bandi esclusivamente nei settori ammessi di cui all’art.7 della Legge n.93 del 5 febbraio 1992 ed agli articoli 16 e 19 del Decreto Legislativo n.35 del 15 marzo 2017;

-lo stesso regolamento prevede che in riferimento all’art.7 della Legge n.93 del 5 febbraio 1992 la R.A.S.I. utilizzi la quota di cui all’art.71 octies, comma 3 della Legge 22 aprile 1941 n.633 per le attività di studio e di ricerca nonché per i fini di promozione, di formazione e di sostegno professionale degli artisti interpreti esecutori;

-con lo stesso regolamento è stato costituito il “Fondo Promozione” destinato a finanziare i bandi relativi alle attività di studio e di ricerca  nonché per i fini di promozione, di formazione e di sostegno professionale degli artisti interpreti esecutori di cui all’art.7 della Legge n.93 del 5 febbraio 1992;

- il presente è redatto in base a quanto previsto dall’art.8 del “Regolamento per le attività di promozione e patrocinio” in materia di bandi;

- che il Comitato di Sorveglianza, composto da artisti, nella seduta del 23 novembre 2018 ha richiesto che il primo bando tematico prevedesse la possibilità per gli artisti interpreti esecutori rappresentati da Rasi di realizzare alternativamente brevi cortometraggi con strumenti tecnologici innovativi (ad esempio smartphone) o strumenti di sostegno alla professione quali self tape o showreel;

 
delibera di emanare il seguente Bando tematico settore Video in base all’art.7 della Legge n.93 del 5 febbraio 1992
 
Art.1
OGGETTO
Il presente bando adottato in base al “Regolamento per le attività di promozione e patrocinio” approvato dall’assemblea dei soci R.A.S.I. in data 20 marzo 2019, disciplina i criteri e le modalità di partecipazione, assegnazione ed erogazione delle risorse finanziarie nonché le procedure per il monitoraggio e la rendicontazione finalizzati alla realizzazione delle attività di promozione di cui  all’art.7 della Legge n.93 del 5 febbraio 1992 al fine di assicurare equità e trasparenza nonché il miglior impiego delle risorse destinate al conseguimento degli obiettivi.

 
Art.2
ATTIVITA’ AMMISSIBILI E RISORSE
La R.A.S.I. con il presente bando sostiene in particolare le seguenti attività:

a)     Sostegno contributo alla realizzazione di brevi cortometraggi con strumenti tecnologici innovativi
Per breve cortometraggio si intende un’opera cinematografica della durata massima di 7 minuti e per strumenti tecnologici innovativi s’intendono smartphone, tablet ecc.
b)     Sostegno finanziamento alla realizzazione di self tape e showreel;
Il self tape è un auto-provino che può essere realizzato anche con il cellulare e può essere inviato tramite link. Lo showreel è uno strumento nel quale vengono riassunti, attraverso brevi spezzoni di filmati montati, tutti i punti più significativi della carriera di un artista.
I richiedenti possono presentare una sola richiesta di finanziamento per la realizzazione dell’attività di cui al punto a) o in alternativa del punto b);
La somma complessivamente stanziate per la realizzazione delle iniziative di cui al presente bando è pari ad euro 50.000,00 a valere sul Fondo Promozione R.A.S.I. I sostegni finanziari di cui al presente bando saranno stanziati fino ad esaurimento di tali risorse.
 
 
Art.3
CARATTERISTICHE DEL SOSTEGNO FINANZIARIO
La R.A.S.I. può sostenere la realizzazione di ciascun breve cortometraggio prodotto con strumenti tecnologici innovativi (art. 2 comma a) con un contributo generalmente pari ad un importo fino ad euro 700,00 e la realizzazione di ciascun self tape o showreel (art.2 comma b) con un finanziamento generalmente pari ad un importo fino a euro 200,00.
Le attività sostenute dovranno essere realizzate entro quattro mesi dalla data di comunicazione del contributo/finanziamento assegnato.
Ciascun artista potrà presentare una sola richiesta di contributo o finanziamento ai sensi del presente bando e percepire qualsiasi altro sostegno finanziario per le attività in questione . Nel caso di presentazione di più richieste rimane valida quella cronologicamente presentata per prima.
Gli artisti sono liberi di realizzare le attività come ritengono opportuno nella piena autonomia artistica.
 
Art.4
BENEFICIARI E REQUISITI
Possono beneficiare dei sostegni di cui al presente bando gli artisti aventi diritto soci e/o mandanti di R.A.S.I al momento della presentazione della richiesta e fino all’erogazione del saldo del beneficio finanziario.

Non possono accedere ai finanziamenti del bando i componenti degli organi sociali di R.a.s.i. e coloro in conflitto di interesse rispetto all’assegnazione di fondi ex art. 7 Legge 93/92 o di qualunque altro sostegno previsto da RASI.

Il mancato possesso anche di uno solo dei requisiti di cui al presente bando comporterà la non ammissibilità al contributo o al finanziamento della proposta. La perdita del requisito intervenuta successivamente alla concessione ma prima del saldo, comporterà la decadenza dal contributo o finanziamento concesso con conseguente recupero dell’acconto eventualmente già erogato.

 
Art.5
PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA
La richiesta, pena esclusione, per l’ammissione al finanziamento deve essere presentata entro le ore 24.00 del giorno 15 giugno 2019 utilizzando il modulo allegato al presente bando sottoscritto dall’artista interessato.

Al modulo devono essere allegati a) progetto b) copia del documento d’identità del richiedente c) informativa sulla privacy vistata dall’artista per accettazione.
La richiesta dovrà essere presentata accedendo al seguente link: 
https://www.reteartistispettacolo.it/promozione/bando-tematico-per-la-promozione-delle-attivita-professionali-degli-artisti.html
 
 
Art.6
ISTRUTTORIA
Le richieste pervenute sono sottoposte ad un’istruttoria formale-amministrativa di ammissibilità volta a verificare il rispetto dei requisiti soggettivi e progettuali di partecipazione, delle modalità e dei termini di presentazione e la completezza della documentazione richiesta.

La carenza di qualsiasi elemento formale della domanda di partecipazione, potrà essere regolarizzata mediante aiuto istruttorio. In tal caso, gli uffici R.A.S.I. provvederanno a trasmettere, apposita richiesta di regolarizzazione assegnando al soggetto proponente un termine non superiore a 10 giorni per provvedere. In caso di mancata o incompleta regolarizzazione entro il termine assegnato la richiesta è dichiarata non ammissibile alla fase di valutazione e gli uffici R.A.S.I. provvederanno a comunicare la non ammissibilità all’interessato.

 
Art.7
VALUTAZIONE DELLA RICHIESTA
Al termine della fase istruttoria il Comitato di Sorveglianza della R.a.s.i., composto da artisti, procede alla valutazione delle richieste ritenute ammissibili in base a criteri di qualità professionale ed organizzativa attribuendo alle stesse un finanziamento proporzionale alla propria valutazione.

Art.8
ASSEGNAZIONE E COMUNICAZIONE DEI CONTRIBUTI
Entro il giorno 1 luglio 2019 sarà comunicato agli artisti l’esito della richiesta ed il contributo/finanziamento assegnato al netto degli oneri fiscali e di legge. I beneficiari dovranno inviare a R.A.S.I. l’accettazione del finanziamento e l’impegno a svolgere la relativa attività prevista. Qualora un artista rinunciasse allo svolgimento dell’attività i relativi fondi stanziati ritorneranno nella disponibilità del Fondo Promozione.

La R.A.S.I. non assume alcuna responsabilità in merito all'organizzazione e allo svolgimento delle attività per cui sono stati concessi i sostegni finanziari e per nessuna tipologia di sinistro e/o rivendicazione di terzi relativi alle stesse.

Art.9

EROGAZIONE E RENDICONTAZIONE
L’erogazione del sostegno può avvenire in un’unica soluzione a rendiconto avvenuto o in due rate, secondo le modalità di seguito indicate:

a) un’anticipazione, da richiedersi in sede di accettazione del finanziamento nella misura del 50% dell’importo concesso.
b) una erogazione a saldo entro 30 giorni dalla presentazione del prodotto realizzato oggetto del contributo e della documentazione fiscale prevista dalla legge (fattura o ricevuta dell’artista interessato).
I beneficiari del contributo realizzano le attività conformemente a quanto previsto nella richiesta ammessa a finanziamento. Sono ammissibili le variazioni progettuali, solo se autorizzate da R.A.S.I., che non alterano le condizioni che hanno dato luogo alla finanziabilità della richiesta medesima.

I beneficiari sono obbligati ad inserire nel prodotto realizzato a seguito del contributo/finanziamento la frase “realizzato con il sostegno di Rete Artisti Spettacolo per l’Innovazione“.

 
Art.10
CONTROLLI E DECADENZA
I beneficiari hanno l'obbligo di utilizzare i contributi ricevuti a norma delle presenti disposizioni, esclusivamente per le iniziative per le quali sono stati concessi.

La R.A.S.I. cura il monitoraggio verificando la realizzazione o gli stati di avanzamento delle iniziative sostenute sia sotto il profilo amministrativo ed economico sia nel merito dell'efficacia dell'azione rispetto agli impegni assunti dai soggetti beneficiari ed ai benefici attesi, con la possibilità di richiedere chiarimenti ed integrazioni documentali.

Qualora non sia possibile la realizzazione o la continuazione dell’attività finanziata o si siano verificate variazioni interne all’ iniziativa, tali da modificarne sostanzialmente la natura rispetto a quella nota e concordata al momento della concessione e qualora venga accertato, all'esito della verifica della rendicontazione, l'uso non corretto dei fondi e servizi erogati o qualora emergano sostanziali discrepanze, omissioni e informazioni non veritiere nella richiesta e nei documenti prodotti dal richiedente, la R.A.S.I. dispone in qualsiasi momento l'interruzione del sostegno e richiede la restituzione delle eventuali somme già versate.
 
Art.11
ENTRATA IN VIGORE
Il presente regolamento entra in vigore il giorno successivo alla pubblicazione sul sito web della R.A.S.I. www.reteartistispettacolo.it. Per eventuali informazioni e chiarimento è possibile telefonare al numero 06.94359833 dalla ore 09.30 alle ore 12.00 dal lunedi al venerdi escluso giorni festivi.